Storia

storia
storia

Storia

Ugo Vezzoli Franciacorta nasce ufficialmente nel gennaio 1989 per desiderio di Gian Lorenzo Vezzoli, il quale ancora oggi segue la produzione dalla cura delle vigne al momento in cui la bottiglia viene preparata e messa in vendita.

Da sempre l’accento è posto non sulla quantità, ma sulla qualità dei Franciacorta prodotti: il desiderio è quello di mantenere viva una tradizione italiana, e lombarda, nel tempo, dedicando al lavoro sulla materia prima il tempo e la pazienza che questo mestiere richiede.

L’azienda fu fin dall’origine intestata al più giovane dei due figli di Gian Lorenzo, Ugo appunto, il quale scelse di occuparsene in qualità di titolare e responsabile commerciale.

Fin dalla fondazione è stato di rilievo anche l’impegno verso le altre cantine Franciacorta: l’azienda risulta, agli effetti, tra le prime 30 fondatrici di quello che è l’attuale Consorzio per la tutela del Franciacorta. Pertanto per molti anni vi è stata un’attiva partecipazione alle varie fiere ed eventi organizzati in tema Franciacorta.

La sede, da sempre, è il palazzo di famiglia a San Pancrazio di Palazzolo sull’Oglio (BS), in Via G.B. Vezzoli, n°20 – il signor Gian Battista Vezzoli, padre di Gian Lorenzo, ebbe vari riconoscimenti dal paese e dalla provincia, motivo per cui la via porta tuttora il suo nome.

Ciò che caratterizza maggiormente la produzione, naturalmente, sono le ‘bollicine’ Franciacorta, alle quali viene dedicata la maggior parte del lavoro di ricerca e perfezionamento mantenendo però una linea chiara che sia caratterizzante. Tale linea si basa sulla lavorazione di circa 5 ha di vigneti, arrivando a un tetto massimo di 35’000 bottiglie prodotte, tra le quali compaiono quattro tipologie di Franciacorta – Brut base, Millesimato Brut, Satèn Brut, Rosè Brut – mantenendo come vini fermi un Curtefranca Bianco e un Curtefranca Rosso. Si lavora inoltre su una riserva di rosso barricato, invecchiato in piccole botti di rovere, il quale è da classificarsi come I.g.t. Sebino e che prende il nome di Cordarossa, dal sottile cordino di cotone rosso che lo fascia e ne impreziosisce la bottiglia.

 

 


Lo stemma

aquila-aziendaOsservando le bottiglie e il logo aziendale, si nota il simbolo di un’aquila che sormonta una botte di rovere: questo disegno fu trovato sul retro di un armadio della casa padronale (allargata mano a mano dal ‘600 ad oggi) e, in parte per la storica passione per la caccia d’alta montagna dei signori Vezzoli e in parte perché testimoniava una volta di più le origini di viticoltori della gente della Franciacorta, si decise di assumerlo come stemma ufficiale di famiglia.

Scroll to top